Il Salotto di Villa Manzoni 2018

Un ciclo di incontri con autori affermati ed emergenti e prestigiose personalità dal mondo dell'arte e della cultura.

Villa Manzoni apre le porte all’universo della cultura attraverso le sue più svariate manifestazioni: i libri, l’arte, la filosofia, il disegno, la storia. Il progetto vuole creare un’occasione di incontro - aperta a tutti - con grandi autori ed esponenti prestigiosi del panorama culturale sammarinese e italiano. Fino al prossimo autunno, un ospite di rilievo scelto tra esponenti del mondo letterario, della tivù, del sociale, dell’arte. Un progetto dell'Ente Cassa di Faetano, coordinato dalla giornalista Angela Venturini.

Guido Marangoni presenta "Anna sorride alla pioggia"

Storia di calzini spaiati e cromosomi rubati
giovedì 7 giugno / ore 21.00 / ingresso libero

>
La storia di Anna, nata con un cromosoma in più, e della sua famiglia, raccontata con tanta tenerezza da papà Guido. Un libro di amore, fatica, gioia e dolore, ma attraversato da un’allegria e da emozioni che riscaldano il cuore. Esempio stupendo di quella leggerezza che è sinonimo di saper prendere la vita per il verso giusto.
“Buone notizie secondo Anna” è anche una pagina Facebook dove Anna condivide con 30mila followers la sua vita quotidiana.
Il libro, edito da Sperling e Kupfer, è vincitore del Premio Selezione Bancarella 2018.

L’autore
Guido Marangoni è nato e vive a Padova. Ingegnere informatico, è specializzato nello sviluppo di app, nella sicurezza informatica e tutela dei minori on-line. Su questi temi tiene conferenze e incontri con studenti, insegnanti e genitori. E’ stato speaker ufficiale al TEDx con il suo talk La potenza della fragilità.

Antonio Caprarica presenta Royal Baby

martedì 8 maggio 2018 / ore 21.00 / ingresso libero

Qual è la vita degli eredi al trono, da bambini e ragazzi? Se oggi il piccolo George frequenta l’asilo e Vittoria di Svezia parla di come è guarita dall’anoressia, ieri Carlo d’Inghilterra festeggiava i compleanni solo con la governante e subiva le umiliazioni dei bulli in un collegio-caserma. Antonio Caprarica invita il lettore a un viaggio che lo porta avanti e indietro nel tempo aprendo le stanze dei palazzi europei per osservarne la vita quotidiana. E seguire l’infanzia e l’adolescenza di principi arrivati al trono o in attesa della corona.


L'autore
Antonio Caprarica ha accumulato la sua vasta esperienza internazionale in trent'anni di reportage televisivi dall'estero: per la Rai è stato prima inviato di guerra in Afghanistan e Iraq, poi corrispondente da Gerusalemme, Il Cairo, Mosca, Parigi e Londra. Ha lavorato anche nella carta stampata, come commentatore politico dell'Unità e di Epoca e condirettore di Paese Sera, e in radio, come direttore dei Giornali Radio Rai e Radio 1. Per la sua attività ha ricevuto i più prestigiosi premi di giornalismo. È autore di romanzi, racconti di viaggio e saggi. Tra i suoi titoli di maggior successo, tutti pubblicati da Sperling & Kupfer, La ragazza dei passi perduti, Dio ci salvi dagli inglesi… o no!?, C'era una volta in Italia, Il romanzo dei Windsor, Il romanzo di Londra, Intramontabile Elisabetta e L'ultima estate di Diana.

Antonio Stolfi presenta Il Romanzo della Contessa di Castiglione

venerdì 20 aprile / ore 21.00 / ingresso libero

>
Il Salotto ospita una autore che ci riporterà, con le sue ricerche storiche, nelle corti dell’Europa del Risorgimento, dove la storia è spesso intrecciata ad intrighi nascosti.

Indipendente e libera sino a divenire totalmente anticonformista, disinibita, audace, spavalda e disinvolta. Questa era la Contessa di Castiglione, al secolo Virginia Oldoini, una donna che ha precorso i tempi dell’emancipazione femminile, raccontata da Antonio Stolfi con il rigore del ricercatore storico, la cura e la delicatezza che nascono dalla passione della scoperta.
Ma chi è veramente questa bellissima donna? Nata nel 1837 in una ricca famiglia dell’aristocrazia piemontese, già a diciotto anni, mentre è una giovane donna sposata e annoiata, Virginia viene baciata da un destino che le fornisce una straordinaria occasione. Educata in un ambiente politicizzato e moglie dai costumi piuttosto liberi, viene sollecitata da Cavour e da Vittorio Emanuele II a recarsi a Parigi per convincere l’Imperatore Napoleone III a sostenere la causa dell’unità italiana. Mai compito le fu più congeniale! Narcisista e spregiudicata, diede avvio con successo a frequentazioni con i più alti dignitari dell’Impero. Così il nome della Contessa di Castiglione passò alla storia.
L'opera di Antonio Stolfi: “Il Romanzo della Contessa di Castiglione” edizioni Albatros, si inserisce dunque in un panorama già ricco, dove leggenda e realtà si fondono insieme, concorrendo ad erigere un monumento di sensualità e mistero. Tuttavia, l'autore, mediante la consultazione di diari, memorie, corrispondenze e documenti degli archivi di Stato, riesce a scindere il vero dal falso, riconsegnando alla Storia il profilo di una donna passionale, una femme fatale parimenti dotata di fascino e scaltrezza, che idolatrando se stessa si è imposta come icona del suo tempo, catturando nella sua rete i potenti del Risorgimento.
Un libro affascinante e intrigante in grado di coinvolgere il lettore dal principio alla fine, tra balli e feste di corte, pettegolezzi piccanti e appassionate storie d’amore, su cui domina il ritratto di una donna tanto bella quanto scaltra, protagonista della storia italiana e d’Europa.

L'autore
Antonio Stolfi è nato a San Marino nel 1949, e all’età di 9 anni emigra con la famiglia a Parigi. È in questa città così stimolante e vivace che matura la sua formazione culturale e professionale, svolgendo la sua attività lavorativa in qualità di dirigente presso diverse multinazionali. Ha inoltre ricoperto l’incarico di console generale di San Marino a Parigi. Per ragioni di lavoro torna in Italia: nel 1981 a Torino, poi nel 1995 a Milano e nel 2006 è di nuovo a San Marino, dove tutt’ora vive. Ora che è in pensione si dedica, tra l’altro, allo studio della storia con l’intento di “conoscere la storia per capire i giorni nostri”.
Tra le pubblicazioni: 2011 - Cavour. L’uomo, il politico, l’Unità d’Italia (AIEP Editore), 2014 - Ponti di Parigi (Europa Edizioni). Ha conseguito il Premio della critica al concorso letterario WORLD LITERARY PRIZE (Parigi 13 giugno 2015), 2017 – Il Romanzo della Contessa di Castiglione (Albatros)

Gino Fabbri presenta "Dolci e talento di un campione del mondo"

mercoledì 14 marzo 2018
La stagione 2018 si apre con un grande maestro della pasticceria italiana, Gino Fabbri, vincitore della Coupe du Monde de la Pâtisserie.

La cosa più dolce è il sapore della vittoria. Come quella ottenuta alla «Coupe du Monde de la Pâtisserie». Ma ogni giorno, la monumentale vetrina della sua pasticceria “La Caramella” di Bologna si anima di preparazioni a base di burro, farina, latte e vaniglia di primissima qualità. Un’apoteosi di forme e colori, sapori e profumi che stuzzicano il palato, che fanno venire l’acquolina in bocca. Lo zabaione, le creme, i dolci della tradizione. Tutto è scandito dalla perfezione tesa a garantire il miglior risultato: quello del sorriso. E del piacere.
Il Maestro Gino Fabbri presenterà il suo libro Dolci e talento di un campione del mondo (Minerva edizioni) raccontando di sè e del suo modo di addolcire la vita con biscotti di frolla e di pasta sablè, ravioline, cantucci, madeleinettes. Poi c’è tutto il mondo del lievito madre, dalla croissanterie al panettone.
E chi non si accontenta delle parole, a fine serata, potrà assaggiare una golosa selezione dei prodotti Gino Fabbri.

> Guarda il video report

.

Guarda il report dell'edizione 2017